• slidebg1

    Guida Turistica Privata

    VISITE INDIVIDUALI E DI GRUPPO

    PIETRASANTA

    "Vi racconterò una storia"
    Attraverso la guida-narrazione la città
    prende vita e si svela al visitatore nella sua
    veste antica, moderna, contemporanea

fully responsive

CHI SONO

Francesca Dinelli


Guida turistica qualificata Lucca e provincia
Guida ambientale equestre qualificata
(Lu20070041)
Ampia esperienza di visite guidate sia per individuali che gruppi.


Sono nata a Pietrasanta, mio nonno Orlando Dinelli è stato un importante artista pietrasantino che ha fatto conoscere l'artigianato del marmo locale in Irlanda ed Inghilterra prima della seconda grande guerra.

Sono incantata dalla mia piccola cittadina.

Il mio obbiettivo, attraverso la visita guidata, è mettere in chiara luce l'immenso patrimonio storico, artistico, naturale ed umano di Pietrasanta perché possa restare negli occhi e nel cuore di chi la visita.

PERSONALIZZA LA TUA VISITA


Puoi scegliere la visita classica per conoscere la storia e l'arte che caratterizzano Pietrasanta,
oppure una visita a tema , per approfondire i tuoi interessi,
o visitare i laboratori artistici di bronzo, marmo e mosaico.

TOSCANA / VERSILIA / LUCCA

Possibili visite guidate




1. Centro storico di Pietrasanta



2. Laboratori di marmo, bronzo e mosaico





3. Visite guidate a tema
per le scuole





4. Centro storico di Lucca





5. Sito archeologico di Massaciuccoli romana





6. Visita guidata a cavallo di parte del Parco di Migliarino San Rossore e Massaciuccoli





LINGUE

Tedesco, inglese, Italiano




PREZZI

Da concordare



DURATA

1h 30min. (circa)





Per ulteriori informazioni e per concordare il programma della visita guidata più adatta alle tue esigenze

Contattami

PIETRASANTA

Pietrasanta: Arte e Storia


Città d'arte, centro culturale e artistico di rilevanza mondiale, conosciuta e apprezzata per il valore e la maestria dei suoi artigiani del marmo del bronzo e del mosaico. Negli anni fra i più famosi appuntamenti nazionali sono state annoverate le grandi mostre: Botero, Mitoraj, Folon, Theimer, Yasuda, Nal, Dalì ecc.
Tutti questi eventi hanno avuto luogo nel cuore della città: la piazza del Duomo

Quel che mi piace è Pietrasanta bellissima cittadina, con piazza unica una cattedrale da grande città e sfondo, le Alpi Apuane. E che paese attorno!
(Giosuè Carducci)

Con questo invito Pietrasanta ci accoglie nella sua piazza, bella e suggestiva. Dotata di un Duomo (meglio ancora collegiata) di cui prima notizia risale al 1223, ampliata e terminata nel 1330, in stile romanico -gotico. La facciata é come un libro aperto che racconta tratti di storia della nostra città.

Pietrasanta, attraversata dalla via Francigena, diveniva nel medioevo luogo di passaggio di pellegrini in viaggio verso Roma e la terra santa, molti di loro non conoscevano il latino, ecco dunque l'importanza delle immagini sulla facciata del duomo come l'intarsio del S. Giovanni Battista (di Bonuccio Pardini) che esorta i pellegrini a ricevere il battesimo e dello stemma di Papa Leone X che racconta la dominazione fiorentina nel XVI sec. nelle nostre terre.
A fianco del duomo il campanile di mattoni con la sua bellissima scala elicoidale interna attribuita da alcuni esperti al Michelangelo.
Sempre sulla piazza Duomo sorge la chiesa di S. Agostino (sec XIV) in stile romanico, opera delle stesse maestranze che costruirono il Duomo di S Martino di Lucca.
Sovrasta la piazza la Rocca di Sala, primo insediamento longobardo (VI sec) con la bellissima residenza estiva (XV sec) di Paolo Guinigi e Ilaria del Carretto.
La rocchetta Arrighina, ci racconta la storia del condottiero Castruccio Castracani degli Antelminelli.
La piccola chiesetta della Misericordia o di S Biagio, patrono di Pietrasanta, ospita un' opera antica di Jacopo della Quercia e gli affreschi di Fernando Botero: La Porta del Paradiso e la Porta dell'inferno.
Quest'ultimo monumento rappresenta la particolarità di Pietrasanta: un luogo in cui l'Antico incontra e si confonde con il Moderno e Contemporaneo.
Le radici di Pietrasanta affondano in questa lontana tradizione. Nell'arte sacra Pietrasanta, già durante il medioevo e il primo rinascimento, si caratterizza nell'ambito della lavorazione artistica del marmo. Antonio Pardini ars magister del Duomo di S. Martino in Lucca lavorò al S. Agostino di Pietrasanta e Michelangelo scelse la nostra città come luogo dove poter soggiornare durante la ricerca dei marmi per le sue opere che ancor oggi stupiscono il mondo intero.
Ed ancora Bonuccio Pardini, maestranza locale, che nel 1380 spediva in giro per l'Europa lunette e capitelli prodotti nei laboratori pietrasantini.
Infine Stagio Stagi, anche egli illustre concittandino, fu colui che Michelangelo volle assolutamente incontrare, perché, secondo il gran Maestro, capace di ridurre "il marmo in molle cera".


La "piccola Atene", come è stata definita dal Prof . Antonio Paolucci, continua a mantenere questa peculiarità venendo quindi scelta come luogo di "manifestazione fenomenologica dell'idea" da famosi artisti quali, Gio Pomodoro, Kan Yasuda, Fernando Botero, Igor Mitoraj, Cesar, Tarabella, Gina Lollobrigida e centinaia di altri artisti che hanno ritrovato nei nostri laboratori di marmo e mosaico, e fonderie di bronzo, grande qualità e professionalità. L'artista giunge a Pietrasanta con un'Idea e l'artigiano pietrasantino la trasformava in "opera tangibile".
Molti sono gli artisti chiamiamoli "pietrasantini di adozione", che hanno lasciato un segno nel patrimonio artistico mondiale. Molti di loro hanno lasciato in segno di riconoscenza il bozzetto delle loro opere al Museo dei Bozzetti "Pierluigi Gherardi" una gipsoteca che raccoglie centinaia di bozzetti.
In questi ultimi anni la città si è arricchita di sculture in ogni angolo, anche queste manifestazione dell'amore di grandi artisti per la nostra città.

Contatti

Per informazioni e prenotazioni

Francesca Dinelli Pietrasanta - Lucca - Italy

Phone: +39 320 7953388

Email: frandinelli@yahoo.it